WE WANT radio

Traccia corrente

Titolo

Artista


L’Islanda si Scioglie di Fronte ai Francesi: Sogno Finito

Scritto da il 4 Luglio 2016

Allo stadio “Sant Denis” di Parigi andava in scena l’ultimo quarto di finale, ovvero la sfida che avrebbe consegnato al vincitore la semifinale contro i campioni del mondo in carica della Germania. I padroni di casa francesi, guidati da Deschamps, avevano di fronte la più grande sorpresa di questa rassegna continentale, ovvero l’Islanda, capace di sbarazzarsi dell’Inghilterra nel turno precedente. Un match fortemente sbilanciato, che ha visto in effetti la concretizzazione del pronostico.

francia-giroud

 

Francia-Islanda 5-2: 12′ Giroud (F), 20′ Pogba (F), 43′ Payet (F), 45′ Griezmann (F), 11′ st Sightorsson (I), 13′ st Giroud (F), 39′ st Bjarnason (I)

La missione della Francia è chiara, cercare di aggredire l’avversario per indirizzare la partita sin dall’inizio. Per fare questo, Deschamps si affida a un 4-2-3-1 con Umtiti in difesa ad affiancare Koscielny e la coppia Pogba-Matuidi davanti alla difesa, con Sissoko e Payet esterni e Griezmann alle spalle di Giroud. Dall’altra parte il ct Lagerback conferma il canonico 4-4-2 con Gudmundsson e Bjarnason esterni, e il tandem d’attacco formato da Sightorsson e Bodvardsson.

Sotto la pioggia di Parigi l’Islanda prova ad aggredire i padroni di casa, che però non tentennano e impostano sin da subito una gara fatta di aggressività e pressing alto, facendo crollare dopo appena 12 minuti l’impianto difensivo islandese: movimento alle spalle della linea di Giroud che beffa i difensori e con un sinistro al volo mette dentro il gol del vantaggio. La rete dei francesi mina le certezze della retroguardia di Lagerback, che al minuto 20 subisce il raddoppio grazie a Pogba, che con uno stacco imperioso di testa anticipa Bodvardsson e fa 2-0. La reazione islandese non c’è e nel finale di tempo arriva il secondo 1-2 micidiale che annienta i nordici: al 43’ Payet timbra il cartellino con un bel sinistro a giro, mentre al 45’ Griezmann, smarcato fortunosamente da un tacco di Giroud si presenta davanti ad Halldorsson e lo beffa con uno scavetto di sinistro. Nella ripresa la partita è di fatto già finita, ma l’Islanda, anche grazie a un paio di cambi operati da Lagerback, cerca e trova il gol della bandiera, con un bell’anticipo di Sightorsson sul primo palo, lesto a sfruttare un cross di Sigurdsson. Poco dopo Giroud ristabilisce subito le distanze con un colpo di testa perentorio che sovrasta Ingason. Nell’ultima mezz’ora gli schemi saltano, e l’Islanda prova ancora a mostrare l’orgoglio, trovando prima un grande Lloris su un colpo di testa di Ingason, poi la rete con Bjarnason, che segna al minuto 39.

Il risultato non cambia più, con la miglior prestazione della Francia alla vigilia dell’impegno più importante, e con la fine della favola Islanda, che lascia Euro 2016 a testa altissima, dopo aver regalato emozioni ai propri tifosi e non solo, scrivendo una storia di calcio meravigliosa.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Iscriviti alla Nostra Newsletter
Novità, anteprime e promozioni esclusive
Siamo contro lo spam e rispettiamo la tua privacy!