Euro 2016

Il Belgio già in Finale? Ungheria Schiantata e Tabellone “Leggero”

Il Belgio già in Finale? Ungheria Schiantata e Tabellone “Leggero”

La seconda giornata di ottavi è quella che ha riservato il più largo bottino di reti dall’inizio dell’Europeo fino ad ora. Colpa, o merito, di un lato sinistro del tabellone decisamente “leggero” e delle difese non proprio impermeabili di alcune delle squadre che sono passate alla fase eliminatoria.

Così dopo che la Germania, prossimo papabile avversario degli azzurri di Conte qualora la nazionale battesse la Spagna, anche il Belgio accede ai quarti abbattendo senza tante remore la povera Ungheria di  Bernd Stock.

Nonostante il risultato tondo, un  4-0 che non ammette discussioni, la partita è stata aperta più di quanto ci si potesse aspettare, nonostante il goal di testa di un solissimo Alderweireld  al minuto 10 insacca alle spalle di Kiraly. Sarebbe potuta finire subito in goleada, ma gli ungheresi tirano fuori l’orgoglio e per i successivi 60 minuti ribattono colpo su colpo alle incursioni della squadra di Wilmots.

Qualche imprecisione e soprattutto un paio di parate del portiere magiaro, inchiodano il risultato sull’1-0 con l’Ungheria che, seppur in evidente difficoltà, riesce anche a sfiorare il goal del pareggio quando Coutois smanaccia in angolo il tiro di Pinter deviato da Alderweireld.

Tutto cambia quando al 76° il tecnico belga fa uscire un opaco (tanto per cambiare) Lukaku per il giovane Batshuayi, giovane da 17 goal segnati quest’anno nel campionato francese con il Marsilia. Due minuti dopo è proprio lui, infatti, a sbloccare il risultato con un appoggio facile in rete dopo l’assist di Hazard.

belgio-ugheria-hazard-goal

Sul due a zero, a dieci minuti dalla fine e senza più nessuna possibilità di recuperare l’Ungheria cede di schianto lasciando spazio ai goal di Hazard e, nel finale, di Carrasco.

Certo questo non è il Belgio che si è visto contro l’Italia anche se a tratti non è sembrato irresistibile contro un avversario tutto sommato modesto. Basti pensare al valore delle due rose: 25 milioni quello di tutta l’Ungheria, contro i 256 milioni del Belgio.

A questo punto la squadra di Wilmots afferma nuovamente con forza la sua candidatura alla vittoria del torneo, visto anche un tabellone che, dopo l’Ungheria, lo vedrà affrontare il Galles e la vincente tra Polonia e Portogallo per poi approdare in finale.

Davide Smaldone

Giugno 27th, 2016

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Iscriviti alla Nostra Newsletter
Novità, anteprime e promozioni esclusive
Siamo contro lo spam e rispettiamo la tua privacy!
Close