Rubriche

Morgan Freeman

Morgan Freeman

Morgan Freeman è nato a Memphis (Tennessee) il 1º giugno 1937.
Morgan Freeman
Nei primi anni sessanta visse a New York City, dove lavorava come ballerino all’Esposizione Universale del 1964, e a San Francisco, dove era un membro del gruppo musicale Opera Ring.
Freeman fece il suo debutto teatrale in una versione del The Royal Hunt of the Sun adattata dalla sua compagnia teatrale, ed apparve in una piccola parte nel film L’uomo del banco dei pegni, del 1964.
Fece il suo debutto Off-Broadway nel 1967, recitando in The Niggerlovers, prima di debuttare a Broadway nel 1968 nella versione di Hello, Dolly! interpretata interamente da attori di colore.
Anche se il primo film in cui appare accreditato è Una fattoria a New York City, del 1971, Freeman divenne celebre inizialmente lavorando nello spettacolo per bambini del canale televisivo statunitense PBS The Electric Company e nella soap opera Destini.
A partire dalla metà degli anni ottanta, iniziò ad interpretare importanti ruoli come non protagonista in diversi film, guadagnandosi un’ottima reputazione come interprete di personaggi dall’aria saggia e paterna. Tra questi spiccano A spasso con Daisy (1989) e Le ali della libertà (1994).
Protagonista di diversi thriller come Il collezionista, Nella morsa del ragno, Al vertice della tensione, lo ricordiamo in molti famosi film degli anni novanta. Solo per citarne alcuni: Robin Hood – Principe dei ladri (1991), Seven di David Fincher (1995), Reazione a Catena (1997), Deep Impact (1998).
Freeman si contraddistingue facilmente per la sua voce particolare ed inconfondibile, che lo ha reso una scelta frequente come narratore. Solo nel 2005, per esempio, è stato il narratore di due grandi successi come La guerra dei mondi di Steven Spielberg e il documentario vincitore dell’Oscar La marcia dei pinguini.
Dopo tre precedenti nomination (quella come miglior attore non protagonista per Street Smart – Per le strade di New York, e come miglior attore protagonista per A spasso con Daisy e Le ali della libertà), nel 2005 ha vinto l’Oscar al miglior attore non protagonista per la sua interpretazione in Million Dollar Baby di Clint Eastwood, grande amico di Freeman (i due avevano già lavorato insieme nel western Gli spietati, 1992).
Per il ruolo di Nelson Mandela in Invictus – L’invincibile ha ricevuto la quinta nomination per l’Oscar nel 2010 come miglior attore protagonista. Nello stesso anno presenta la serie di documentari dedicata ai misteri dell’universo Morgan Freeman Science Show.
Lo ricordiamo anche nel ruolo di Dio in Una settimana da Dio e in Un’impresa da Dio e nel ruolo di Lucius Fox nei film Batman Begins, Il cavaliere oscuro e Il cavaliere oscuro – Il ritorno diretti da Christopher Nolan.
morgan freeman

Numerosi sono i suoi film da protagonista e non e negli ultimi anni non ha di certo rallentato il ritmo, recitando in più di un film all’anno. Ne citiamo giusto qualcun altro come: lo spy-movie Red, gli action Attacco al potere e Attacco al potere 2, i fantascientifici Wanted, Oblivion, Trascendence e Lucy, le commedie Last Vegas e Ted 2 e infine Now You See Me e il sequel Now You See Me 2 in uscita il 9 giugno.
Prossimamente lo ritroveremo anche nel nuovo adattamento di Ben-Hur (in arrivo ad agosto).
Tra i vari riconoscimenti, nel 2011 ha ricevuto anche l’AFI Life Achievement Award dall’American Film Institute, prestigioso premio alla carriera già conferito, tra gli altri, ad artisti del calibro di Jack Nicholson, Al Pacino, Robert De Niro, Michael Douglas, Sean Connery e Meryl Streep. Nel 2012 è stato insignito del premio Cecil B. De Mille (Golden Globe alla carriera).

Maria Chiara Afferni

maggio 21st, 2016

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Iscriviti alla Nostra Newsletter
Novità, anteprime e promozioni esclusive
Siamo contro lo spam e rispettiamo la tua privacy!
Close